Terremoto, parla Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi:

Di fronte alla tragedia che ha colpito le popolazioni di diversi comuni dell’Italia centrale, non ci sono parole adatte ma solo il cordoglio, la solidarietà, la preghiera.
Sono vicino con il cuore alle vittime, ai feriti, ai loro famigliari e a tutti coloro che hanno perso la propria casa e i propri beni. Questo è il momento dell’unità e dello sforzo comune per assicurare la massima efficacia e sollecitudine degli interventi.
Come sempre in questi tragici momenti, il nostro Paese saprà dare il meglio di sé, e a questo riguardo sono davvero ammirato dall’impegno e dalla solidarietà dei tanti volontari, dalla professionalità e dell’abnegazione delle donne e degli uomini della Protezione Civile, dei vigili del fuoco, delle Forze dell’ordine, delle Forze Armate, dallo spirito di sacrificio e dalla dedizione del personale sanitario e dei tanti apparati dello stato coinvolti.
Ho davanti agli occhi il drammatico precedente del terremoto dell’Aquila e so bene quanto sia difficile in questi momenti coordinare con efficacia e rapidità gli sforzi per prestare i primi soccorsi e insieme riavviare la ricostruzione nei tempi più brevi possibili. Per questo è necessaria la collaborazione costruttiva di tutti gli organi e le amministrazioni pubbliche. Il mio auspicio è che, oggi come allora, si possa dare al più presto un tetto dignitoso a chi lo ha perduto. Forza Italia è naturalmente pronta a sottoscrivere in Parlamento ogni provvedimento legislativo utile a favorire i soccorsi e la ricostruzione.

image

Precedente L'impegno che ho preso dal primo Marzo 2016 Successivo Con questa squadra siamo pronti a dare il nostro contributo per il Paese. Ecco i nomi.