CENTRODESTRA, SENZA UNITÀ INTERNA SI RISCHIA DI CONSEGNARE IL PAESE A GRILLO

15095456_699235173548439_5629175639620721440_nIl caso Padova, purtroppo, è stato strumentalizzato: la giunta del sindaco Massimo Bitonci è caduta dopo la sfiducia votata da PD, M5S, un consigliere ex leghista, due consiglieri di due liste civiche e due consiglieri eletti con Forza Italia. Quest’ultimi sono stati immediatamente sospesi dal partito per aver commesso questo grave errore e saranno prossimi all’espulsione definitiva.
Non capisco per quale motivo il leader della Lega Nord, persona che rispetto e che stimo, abbia deciso di vedere questa faccenda locale come una provocazione da parte di Forza Italia. Il Presidente Silvio Berlusconi e il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti hanno ribadito più volte che quanto è accaduto è frutto di scelte sbagliate di quei due singoli consiglieri su cui sono già stati presi provvedimenti.
Direi di non puntare il dito a caso e suggerisco ai tre partiti della coalizione di centrodestra di rimanere uniti e lavorare ulteriormente sui programmi di Governo da presentare agli italiani. Uniti abbiamo buone possibilità di vincere, divisi consegnamo il Paese a Beppe Grillo e al suo gruppo di esaltati.
Forza Italia è una forza politica moderata liberale ed è e rimane alleata con la destra, basta polemiche.

Precedente Nucleare? Si grazie! Successivo Martini:"Berlusconi il miglior Presidente del Consiglio della storia"