Martini: La politica economica di Trump è la ricetta che serve al nostro Paese

Il Presidente eletto degli USA, Donald J. Trump, propone una ricetta economica che occorre anche al nostro Paese: riduzione delle tasse, aliquota fissa al 18-20%, valorizzazione del “made in” e presa di provvedimenti, mediante sanzioni, contro la delocalizzazione industriale.
La riduzione delle tasse in Italia, come in tutti i Paesi occidentali, è il principio della crescita economica: il consumo aumenterebbe assieme ai posti di lavoro che, grazie agli investimentimenti, produrrebbero maggiore benessere. Abbassando le imposte ridurremmo anche l’evasione fiscale poichè il cittadino contribuente potrà versare allo Stato una cifra giusta senza dover essere soffocato da tasse abominevoli e senza dover essere costretto a non dichiarare il suo intero patrimonio per poter consentire a se stesso e alla sua famiglia di arrivare alla fine del mese. Con imposte giuste consentiremmo anche alle centianaia di imprenditori italiani di poter creare e mantenere le proprie aziende in Italia dando vita a nuovi posti di lavoro e, valorizzando, il Made in Italy aumenteremmo le esportazioni. Una volta creato un sistema fiscale decente, dovremo lottare la delocalizzazione industriale, ovvero, quel fenomeno che vede numerose aziende residenti in Italia che producono all’estero per risparmiare sulla manodopera.
Spero che gli Stati Uniti possano, ancora una volta, essere d’esempio per il nostro Paese e che gli italiani diano il loro voto a Forza Italia, quindi al centrodestra, in quanto sia l’unico schieramento politico ad avere quanto appena detto come programma elettorale. Guardo al futuro con ottimismo.
Precedente Martini:"Berlusconi il miglior Presidente del Consiglio della storia" Successivo Il centrodestra salverà il Paese con questo programma